Recensione

Titolo: La chiesa
Regista: Michele Soavi, Dario Argento
Genere: Horror
Anno di uscita: 1989

Chiunque di noi entrasse in una chiesa gotica inizierebbe ad ammirarne ogni singolo aspetto, rendendosi conto che nulla sembra essere casuale. La cattedrale è un centro di energia e di alchemia.
Il film venne girato a Roma, Budapest ed Amburgo. L'atmosfera gotica dell'ambientazione rende molto suggestiva la storia: una cattedrale gotica, oscura, con segreti nefasti. Un'antichissima chiesa, il  luogo più contrastante e allo stesso tempo più terrificante che si possa immaginare, dove non dovrebbe mai entrare il male perché lì dentro si suggella solo il bene ma che in questo film è il punto di partenza di un susseguirsi di pazzia, angosce, tensione, terrore, sangue, violenza, blasfemie e possessioni.
Bellissime le immagini della prima parte relativa al periodo medioevale e, personalmente, se tutto il film si fosse fermato ad una chiesa di quel periodo che nascondeva oscuri segreti avrebbe avuto un fascino sicuramente diverso e originale. Sicuramente molto pi interessante.
L'idea che ai giorni nostri, basta spostare una pietra perché il tempio del bene diventi la porta attraverso la quale il male potrà entrare nel nostro mondo... non ha molto senso a mio parere.
In qualche tratto si assiste ad un calo nei dialoghi e nelle immagini , con un pò di confusione in alcune situazioni e personaggi, una Asia Argento adolescente e poco rilevante.
Ma non mancano anche delle scene indimenticabili come quella del rapporto tra la restauratrice e quello che lei inizialmente crede essere il bibliotecario ma che, essendo posseduto, prende presto le fattezze di un caprone.
In ogni caso ci pensano le musiche del grande Keith Emerson e dei Goblin a rimediare a qualsiasi lato negativo possa avere questo film inserendo quel tocco professionale da un lato e di tensione dall'altro.
Nel complesso è un film che mi è piaciuto molto considerando anche il periodo non recente in cui è stato girato. Una cosa è certa: dopo aver visto questo film continuerete a vedere nelle chiese gotiche quella componente oscura ed esoterica che già oggi le contraddistingue e magari... chissà... ne cercherete qualche segreto...

Commenta la recensione sul forum

Trama

Periodo Medioevo: un gruppo di crociati uccide una strega e della setta dei Calpestanti, chiamati così perchè i suoi adepti avevano delle cicatrici a forma di croci sotto i piedi, ma si rende conto che i corpi continuano a muoversi. Allora decidono di bruciarli e costruire sopra la fossa comune una Chiesa che tenesse intrappolati questi demoni.
Oggi: Un bibliotecario viene assunto per catalogare dei libri  presenti in chiesa quando trova un antico libro che sembra parlare di ciò che anni prima accadde nella cattedrale. Seguendo le indicazioni date dal libro trova la croce posta per sigillare la fossa ma spostandola, libera i demoni e ne viene posseduto. Da quel momento tutti coloro che sono presenti all'interno della chiesa viene posseduto dai demoni liberati, uccidendosi a vicenda.
Ma fortunatamente nella cattedrale è stato previsto un sistema di autodistruzione che eviterebbe ai demoni di poter uscire fuori dalle sue mura.
Il prete della chiesa, Padre Gus, riesce a riportare i demoni a loro posto, trova il sistema di autodistruzione che porta al crollo della chiesa. Ma resteranno per sempre sotto la chiesa? Sopravviverà qualcuno alla maledizione della setta dei Calpestanti?