Recensione

Titolo: The shining
Autore: Stephen King

Genere: Thriller, Horror
Anno di uscita: 1977

Shining è un romanzo thriller-horror di Stephen King scritto nel 1977.
E' un romanzo che da un lato mette in risalto le personalità dei personaggi, i loro rapporti, i loro sentimenti, le loro paure, angosce, sentimenti ma che dall'altro trasforma tutto ciò in un vortice di follia e terrore.
Danny e Wandy cercano di essere sempre positivi, vogliono vivere e lottano per farlo, si incoraggiano tra di loro. Danny è un bambino intelligente quanto speciale, Wandy è una madre premurosa e protettiva ma talvolta debole.
Jack, invece, non riesce a reprimere la sua violenza, la sua depressione, la sua solitudine. Contrasta con tutti e due in quanto debole, perdente, che vive in un mondo egoistico e schizzofrenico.
Più la storia sembra reale più diventa terrificante, nonostante la presenza di eventi paranormali e apparizioni.
Ogni capitolo è una nuova angoscia che parte da situazioni banali per diventare soffocanti.
Un altro libro che riesce a tenerti con il fiato sospeso fino alla fine facendoti immedesimare ad ogni personaggio trasmettendo i sentimenti che provano i personaggi stessi.
Il domanda da porsi sarebbe: e se anche la follia venisse trasmessa?

Commenta la recensione sul forum

Trama

Il Romanzo racconta le vicende di un uomo, Jack e la sua famiglia che, per necessità economiche, si vede costretto ad accettare un lavoro come guardiano invernale di un imponente albergo, l'Overlook Hotel, che si trova tra le montagne del Colorado: teatro di numerosi delitti e suicidi e sembra aver assorbito forze maligne che vanno al di là di ogni comprensione umana. Jack porta con se la moglie wandy e il figlio di 5 anni Danny, dotato di poteri che gli permettono di vedere fatti accaduti o che accadranno in futuro, esattamente come il cuoco che incontrano nell'albergo e che avvisa il piccolo Danny di ciò che potrebbe vedere nell'albergo. Ma sopratutto lo avverte di non entrare nella stanza 217 e di contattarlo telepaticamente se dovesse averne bisogno.
Danny inizia a vedere dipinti di sangue e donne in putrefazione.
Jack, frustrato dai suoi tentativi falliti di scrivere il romanzo che ha in mente, rimane vittima delle forze maligne dell'albergo, che lo spingono a massacrare la sua famiglia. Un’escalation di follia, che lo spingerà accecato dall’ira a sfogarsi sulla moglie ed il figlio. Sua moglie Wandy, pensando che Jack possa tornare ad essere violento come quando ruppe il braccio al figlio tempo prima, cerca di farlo ragionare ma il nervosismo, la sbornia e una botta alla testa annebbiano la mente di Jack, permettendo all'albergo di controllarlo.
Il piccolo Danny chiede aiuto telepaticamente al cuoco
L'entità maligna, ha preso infine pienamente possesso del corpo di Jack, desiderosa di prendere Danny per i suoi poteri ma lo scoppio della caldaia pone fine a qualsiasi altra lotta. Chi si salverà?